Calendario Articoli

luglio: 2017
D L M M G V S
« giu    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Immagini

p1120135_0 P1050890 P1050889 P1050888

Slideshow

Molto … Grande Distribuzione

Ci mancava proprio un Nuovo Centro Commerciale Più Grande; come quello che si sta ultimando a fianco dell’attuale ESP che, in sostanza, viene più che raddoppiato, grande parcheggio compreso, con mille posti auto in più:

ampliamento ESP

Guarda il video-report, clicca qui: https://www.youtube.com/watch?v=z7ncjgGKRF4

Ne sentivamo il bisogno noi cittadini, assieme ai commercianti del centro storico che stanno chiudendo e ai tanti che si lamentano che a far la spesa ora ci si va solo in auto; alla faccia dell’incremento delle poveri sottili e della comodità del negozio vicino a casa!

Niente di nuovo sotto il sole: grandi colossi immobiliari e della grande distribuzione legati a Coop Adriatica, Consorzio Cooperative Costruzioni, e via via … cooperando. 45 nuovi negozi e, udite udite,  in arrivo nuovi grandi marchi internazionali, in particolare nel settore abbigliamento.

Spesa del progetto: 51 milioni di Euro. Inaugurazione prevista a fine aprile!

Ma non si era quasi tutti d’accordo nel dire che oggi le priorità nel nostro paese sono ben più legate al controllo delle spese e alle necessità che vengono dai cittadini?

Ah beh !!! Quando c’è di mezzo la Casta- masson- politica- industrial- curial- coop- bancaria, è inutile farsi illusioni.

Il POTERE  difende sempre i suoi interessi!

Ravenna Capitale … chimica.

Ecco l’immensità del Polo Chimico della nostra città, che si snoda per chilometri a fianco e lungo il canale Candiano.

La selva di impianti e ciminiere e il susseguirsi di aziende di lavorazione, trasformazione, produzione e commercializzazione di prodotti chimici, sono il connotato di quest’area di Ravenna a fianco della pineta di S. Vitale e della Piallassa Baiona. Guarda il video, clicca la foto:

Tutte  con emissioni inquinanti (anche se dicono che sono tutte controllate…) che vanno dalle  lavorazioni petrolifere Enichem (ex Anic). Poi:

ItalCementi,  lavorazioni di terre per la produzione di cementi.

Alma Petroli: settore della raffinazione del petrolio pesante, specializzata nella produzione di bitumi di alta gamma per usi stradali ed industriali. Per i bitumi ossidati ed i bitumi confezionati, l’Alma Petroli può essere considerata il leader italiano del settore e tra i primi produttori in Europa.

Yara: per la produzione di fertilizzanti azotati e prodotti chimici come il calcio-ammonionitrato, il nitrato ammonico ed i concimi complessi quali prodotti solidi e l’urea-nitrato ammonio come prodotto liquido.

Bunge: trasformazione semi, oli alimentari industriali, farine uso zootecnico.

Novaol: lavorazione del petrolio per produzione del biodiesel.

Ecc. Ecc.

Si spiega molto bene, dalla visione del panorama dall’alto, il motivo per cui i centri abitati di Porto Corini e Marina di Ra siano invasi tutti i giorni da nauseanti odori e si verifichino incrementi significativi, specie nei bambini, di affezioni polmonari e respiratorie.

E’ il Progresso … bellezza!!!

Vitalaccia … dura!

 
La vergognosa situazione in cui vive la famiglia Rosetti è a conoscenza di tutti: dal Sindaco, alle Autorità Portuali, alla Sapir, alla Procura. Ma nulla si decide, nulla si muove mentre il deterioramento delle condizioni di vita in quell’abitazione diventa sempre più critica.
La loro abitazione è circondata da migliaia di tonnellate di rifiuti che sono stati sparsi abusivamente nell’area SAPIR  (zona 1 della “Nuova Logistica Portuale”) da diversi anni.
 
Anche le acque del canaletto che costeggia la casa non  sono di fonte … anzi, sicuramente contengono il percolato di tutti i rifiuti, anche tossici, sversati nella zona.
 
Tutto questo intollerabile sopruso ha provocato l’assedio di una civilissima abitazione privata del Sig.  G.Paolo Rosetti e Fam. creandogli disagi inenarrabili: dall’invasione di mosche, agli odori nauseanti, all’impossibilità di uscire di casa se non con l’auto, alle infiltrazioni di polveri di ogni colore,  fino alla recente grande invasione di topi.
 
La Signora Valda li ha trovati nel guardaroba, nei cassetti del comò, ovunque!
L’area è quella che vedete nella foto; cerchiata in rosso, l’abitazione di Rosetti.
Guarda il video,  clicca la foto:
 
 
 

La vergognosa insolvenza del problema sofferto dai cittadini Rosetti si sostanzia anche nell’interminabile iter giudiziario affrontato dalla famiglia stessa.

Denunciamo pubblicamente questo perenne sopruso.

 

Report Candiano

Continua il nostro reportage sulla Darsena di Ravenna: un documento di  riprese aeree sulla zona industriale e portuale.

Guada il video, clicca la foto:

Ravenna – Darsena Capitale … 3019

Dal Piano Regolatore Generale del 1993 si discutono e si apprestano progetti per la rivalutazione e la riconversione della Darsena di città, ma tranne quache piccola modifica e facili progetti, non si vede nulla all’orizzonte!

Dal Programma di Riqualificazione Urbana al Programma Speciale dell’Area portuale di Ravenna denominato “Darsena di Città”, al PsdA, al PRUSST passando da Agen.Da, al Masterplan, con incarichi a Nomisma,e chi più ne ha più ne metta di sigle e proposte, ad oggi sembra tutto finito nel nulla . C’è stata Marmarica; poi  la bella trovata del “Progetto Partecipativo: la Darsena che vorrei”,  poi… poi…

E’ entrata in crisi al suo interno anche la Lobby masson-politica-industrial-curial-coop-bancaria che ci governa, nel senso che non sono capaci di trovare accordi tra di loro, tanti sono gli interessi, i conflitti di competenza, la totale mancanza di sensibilità ambientali e determinazioni di interesse sull’archeologia industriale.

Darsena .. un buco nell’acqua!

E intanto la Darsena deperisce tra capannoni, stabilimenti e strutture abbandonate, aree incolte lasciate al completo degrado. Guarda il video (clicca la foto):

 

In volo sul vecchio porto di Classe

Report in volo sul parco archeologico di Classe: guarda il video, clicca la foto:

 

Via Ravegnana: nuova rotondaaa…!

Via Ravegnana: veduta aerea, dal lato Forlì, dell’incrocio con la Statale 16.

Guarda il video (clicca la foto):

La leggerezza dei … Piomboni

Report aereo sulla piallassa dei Piomboni. Ogni commento ormai è inutile!

Però occorre “ricordare” !

guarda il video,clicca la foto:

Degrado Ravenna plus

Nell’ex  “Officina del gas” (AMGA) vicino a  Porta Serrata  si sono avvicendate imprese come CMC che ha iniziato i lavori;  poi interrotti per l’intervento della Soprintendenza a tutela dell’emersione delle vecchie mura e della sponda della “Fossa Augusta” (dal primo sec. A.C. al primo sec. D.C.) che attraversa sottoterra tutta la zona per arrivare fino all’attuale Rocca.

Il progetto iniziale (2007-2008) era, indovinate un po’, a destinazione residenziale e dirigenziale, con tanto di parcheggi pubblici e privati.

Dal 2013, passato di mano ad ACMAR con beneplacito del Comune, a tutt’oggi è fermo immobile. Sono anche sparite dalla recinzione le tabelle indicative del cantiere.  Le vasche con acqua che si vedono nella foto, ospitano zanzare e un’immensa colonia di rane che d’estate fanno un casino terribile tanto che i residenti limitrofi hanno presentato un’interpellanza al comune per risolvere il problema: senza risposta.

 

Forse   il Direttorio della Casta masson -politico-industrial-curial-coop-bancaria non riesce ancora a trovare una via di sbocco al problema: e come al solito si lascia all’incuria e al degrado! …Ravenna città d’arte …


Si attendono promesse di qualche candidato “attento” ai problemi di tutela del patrimonio storico-culturale-ambientale!

^^^^^^^^^^^^

Vedi anche il post dell’ottobre 2010: http://www.fotoaeree.com/2010/10/26/dopo-la-fornace-hoffman-la-fabbrica-del-gas/

 

Vergogne di città

Ex Macello - Ravenna.

Com’è possibile che nel centro storico di una riconosciuta “Città d’Arte”, siano ancora in bella vista le macerie di una parte di un grande stabile semidistrutto dalle bombe (1940) della seconda guerra mondiale, oltretutto trattandosi di  archeologia industriale ? :

 

L’ex macello copre un’area  molto estesa (5700 metri quadrati), ancora strutturalmente sano ma abbandonato al degrado di una perenne piccionaia e di incolte sterpaglie.

Sulla facciata riporta bassorilievi dello scultoare Attilio Maltoni,  molto pregiati, ora  in rovina…

                              

Certo la CASTA  masson-poltico-industrial-curial-coop-bancaria ha altre cose importanti a cui dedicarsi…

 

… ma ora che i proprietari sono entrati  “anche”  nella Politica Ufficiale, possiamo aspettarci che nel programma della lista civetta  ci sia un bel progetto per riportare, come più volte proposto e poi dimenticato, ad usi civili , tutta l’area,

o questo Degrado di Civiltà ci deve accompagnare per sempre ?