Calendario Articoli

agosto: 2010
D L M M G V S
« lug   set »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Immagini

p1120135_0 P1050890 P1050889 P1050888

Slideshow

Zitti zitti, quatti quatti …

Il 23 maggio scorso a Lido Adriano, con assordante gran-cassa mediatica, veniva inaugurato il bagno Punta Turquesa, quello dei VIP: Mascia Ferri (grande fratello)   e suo marito Cristiano Ricciardella (?). Immancabile il taglio del nastro di Maciòz (vedi post: clicca qui)

Il 16 maggio 2010, una settimana prima, nel più totale silenzio mediatico e istituzionale è stato inaugurato, ad un centinaio di metri, il mega ristorante-bagno “Le Vele” della società  Fedalma s.a.s. che aveva richiesto il permesso di costruzione alla Provincia e che è stato accordato in data 14 gennaio 2010. Il 30 maggio 2009, mentre stava sorgendo con colate di cemento armato il  bagno Turquesa, del nuovo non vi era traccia ( vedi foto 1).

                                                                                    30 maggio 2009:

30 maggio

                                                                                      9 agosto 2010:

com'è oggi

Comparando le foto con altre del recente volo del 9 agosto, ci siamo accorti dell’apparizione del nuovo stabilimento (vedi foto 2).

Non se ne era accorto nessuno!

E’ spuntato come un fungo, in pochi mesi e, ad apertura di stagione,  era bello e pronto, imponente e super-attrezzato. Struttura in cemento armato  con rifiniture di legno. Ecologico! E con terrazzo!

Bagno privato in spiaggia privata.

Ma ben protetta con nuovissime barriere a mare  e ripascimenti a terrazzo; tutto realizzato con soldi pubblici!

Grazie a tutti gli Amministratori per questi

regali a nostra insaputa !

7 comments to Zitti zitti, quatti quatti …

  • jennifer

    ma proprio complimenti!!!
    a parte il fatto che già  ce ne sono tanti di bagni e anche in crisi visti i tempi che corrono e poi con le nuove regole del caro sindaco, la folla estiva si è molto dileguata!
    e poi tutta in cemento ecc….della serie: rispettiamo molto l’ambiente!!!!!
    non ci prenderò neanche un caffè…..

  • Uff

    http://www.beppegrillo.it/2010/08/odio_la_sinistra/index.html
    per tanti versi, condivisibile. Ravenna meriterebbe un PS a un post del genere.

    Peccato però, da che pulpito si scrivano certe cose….
    (http://www.stefanomontanari.net/sito/blog/2011-poi-pero-non-chiedetemi-di-ripetermi-ancora.html)

  • E’ LA ROMAGNA BABY
    CEMENTIFICIO D’ITALIA

  • Grazia

    sarebbe interessante sapere quanto sono costati le consulenze, pagate con soldi pubblici.
    1° quella affidata al Prof.Paolo Fabbri che aveva portato a “consigliare” di non intaccare, in un’area così fortemente subsidente ed erosa dalla estrazione di gas/acqua dalla prospiciente Angela Angelina, la duna eretta proprio in difesa dell’entroterra e rinaturalizzatasi;
    2° La preziosa ricerca affidata dalla Regione ad esperti di alto livello sulla G.I.Z.C. -Gestione Integrata delle Zone Costiere- studio che ha dettato linee fondamentali ma non obbligatorie;
    3° Il Master plan prodotto dal Parco del Delta Po, studi affidati ad esperti e Universitari tesi a proteggere spiagge ed ambienti costieri affidati alla conservazione.

    Tutte queste ricerche pagate con soldi dei contribuenti non sono state prese in considerazione dal Comune di Ravenna che ha elargito concessioni e solo dopo aver fatto “uscire tutti i buoi possibili” – malgrado le 13mila firme raccolte dal Gruppo de La Duna Vive” ha votato uno pseudo Piano dell’arenile ricco di bei concetti ed aperto all’elargizione di ulteriori contributi (di provenienza pubblica ovviamente) per la “riconversione” con potenziamento di molti stabilimenti balneari…..

  • monica

    sarebbe interessante sapere chi è il proprietario (o i proprietari) di questo bagno. Il rumore sollevato per quello di mascia ferri ha fatto sì che questo potesse spuntare dal nulla. deve essere gente molto ben introdotta…Cmq da me non vedranno un centesimo.

  • Pietro

    In questi giorni ferve un dibattito feroce sui numeri del turismo. Tutti si lamentano. Dai bagnini, che adducono le loro perdite alle ordinanze del Sindaco scordando la crisi, agli albergatori che contestano i numeri che non collimano con le presenze da loro registrate. La sottolineatura è banale: a chi serve continuare l’occupazione ed autorizzare la cementificazione del territorio se i magri incassi (che sembrano potersi protrarre per anni) si devono dividere fra tanti “padroncini” delle spiagge ? Pochi bagni e più spiagge libere non avrebbero fatto felici un numero più alto di cittadini-elettori ?

  • Kanda optical…

    Thank you for a good blog on Zitti zitti, quatti quatti … | Foto Aeree . As I have read other online views on the same I think the details are well reflected on this.It was a good way of spending evening on Thursday . I’ll visit again to read more o…

Leave a Reply

  

  

  

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>