Calendario Articoli

novembre: 2008
D L M M G V S
« ott   dic »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

Immagini

p1120135_0 P1050890 P1050889 P1050888

Slideshow

Il “Grande Fardello”

 

Sicurezza

In Emilia Romagna tra il 1990 e il 2006 si è consumato per villette a schiera, capannoni, centri commerciali e infrastrutture,  il 22 % del suolo libero, per maggior parte espropriato all’agricoltura. Dopo il caso Liguria (con il 45%), la nostra regione si trova ai primi posti in compagnia di Calabria (26,1%) e Sicilia (22%).

Ravenna è prima in Italia per gettito da concessioni edilizie, oneri di urbanizzazione  e ICI (35,4% delle entrate comunali).

Che significa una cementificazione selvaggia  che, in questi ultimi15-20 anni, ha saccheggiato il  nostro territorio. Basta fare un giro d’orizzonte in periferia per rendersene conto.

Assumiamo ad emblema queste due foto scattate dallo stesso punto visuale in piazza D.Markus a Marina di Ravenna; una nel 1997, l’altra  è di ieri:

 

Piazza D.Markus com'era. Foto di L.Trombini

Piazza D.Markus, com'è oggi

Sparita la vista a mare, quello che ci hanno imposto è un desolante agglomerato di seconde e terze case in un delirio di ferro e cemento, in una Marina “marinata” per sempre.

Ravenna è la Provincia della Regione E-R con il primato assoluto di emissioni di gas serra con oltre 6 milioni di tonn./anno di CO2. Oltre alle due megacentrali elettriche (Enel ed Enipower) ci sono decine di fonti emissive importanti.

La cementificazione del territorio è un’altra fonte importante di CO2; non solo nella fase produttiva del cemento stesso, che viene prodotto in forni ad alte temperture, quindi con importanti emissioni, ma anche nella fase di realizzione delle opere. Nei cantieri si avvicendano giornalmente decine di mezzi pesanti per il trasporto dei materiali; più i mezzi dei prestatori d’opera, più gli apparati energivori ad energia elettrica (gru, betoniere, ecc.)

Inoltre Ravenna ha la più alta percentuale di auto circolanti per numero di abitanti, a livello italiano (e  anche europeo …)  Nel campo della riduzione delle emissioni non  risultano in corso, nè in progetto, significativi interventi di forestazione. Anche  nei settori del risparmio energetico, del solare, dell’eolico ecc.  siamo a livelli decisamente insignificanti.

Protocollo di Kyoto?

Se a Berlusconi gli fa un baffo, ai nostri Amministratori, due baffi !

IL COMITATO D’AFFARI continua a macinare perfettamente. In arrivo un mare di cemento. Attenzione! Ci sarà  da soffocare!

25 mila mq.  a Ravenna per ampliamento ESP (15 mila)  e nuove strutture commerciali in zona Darsena (10 mila). Più 35oo mq. di insediamenti ad uso alimentare e 20 mila  extra alimentare. A Faenza  14 mila per un nuovo OUTLET più 18 mila per nuovo Ipermercato in zona svincolo autostradale. A Russi 12 mila  per zona commerciale.

Poi grandi progetti in tutta l’area portuale: due banchine da 300 metri per 30 di larghezza per il terminal crociere; cementificazione della Piallassa Piomboni con nuova banchina secante lo specchio d’acqua per una lunghezza complessiva di circa 2385 m. ed una larghezza di 160 m ; nuovi insediamenti cantieristici nautici nella zona portuale; un museo della scienza (?) nella ex SAROM; ampliamento delle zone artgianali   Bassette nord, est, sud e ovest… Depositi portuali fino a Porto Fuori!

E… ciliegina sulla torta, UN GRATTACIELO in viale Randi;  ” un delicato segno per rendere riconoscibile la città , per chi arriva” ( è incredibile, ma l’hanno prentato proprio così…)

Gli imbecilli vogliono sempre lasciare un segno del loro passaggio. Gli architetti e il dio Geometra pure…

Madonna dell'Albero

Perchè continuano a costruire capannoni quando l’offerta di strutture in vendita o in affitto è strabordante?

Perchè continuano a costruire villette a schiera quando il mercato offre 7500 appartamenti invenduti?

Perchè 929  famiglie sono da anni in attesa di una residenza economica e popolare?

(continua)

 

 

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

 

200811170750_occhiello.bmp  “occhiello”

 

 

La manifestazione degli studenti di oggi 17 nov.08

studenti contro

 

 La manifestazione in video su You Tube: clicca qui

Il volantino di ATTAC sulla scuola: clicca qui

 

1 comment to Il “Grande Fardello”

  • Grazia

    Dopo le critiche dei Verdi di Ravenna e di molti cittadini, anche l’assessore regionale alla difesa del suolo Bruschini -in occasione di un convegno sulla gestione del suolo critica l’intervento Marinara che definisce frutto di una cultura «schizofrenica».
    La “sentenza” è stata provocata dalla domanda «cosa può fare la Regione in presenza di casi come quello di Marina di Ravenna, dove sono state costruite case a ridosso della spiaggia».

    «E’ questione di cultura – ha risposto l’assessore -. Se facciamo diventare il Pil le “tavole della legge” è chiaro che si crea una schizofrenia tra una concezione ambientalista da una parte e il
    desiderio di un Comune di reggere alla concorrenza di altri siti turistici dall’altra ».
    Prima di questa stoccata al Comune di Ravenna e al progetto di Marinara Bruschini aveva lanciato l’allarme sul rischio di collasso in Emilia-Romagna per il consumo di territorio.

    «I dati sono allarmanti. Ogni giorno vengono urbanizzati 8 ettari di terreno».
    Sarebbe interessante conoscere le reazioni della Giunta a tanto giudizio ed in particolare l’opinione di quanti hanno sostenuto questa vergognosa realizzazione completa di parcheggi sotterranei spacciata per ecologicamente sostenibile!

Leave a Reply

  

  

  

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>