Calendario Articoli

gennaio: 2008
D L M M G V S
« dic   feb »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Immagini

p1120135_0 P1050890 P1050889 P1050888

Slideshow

Il “PORTA A PORTA” che sturba HERA

E così dopo anni in cui il metodo è stato studiato, applicato e si è affermato in centinaia di comuni italiani, il “Porta a Porta”( PaP) per la raccolta dei rifiuti solidi urbani, “può anche darsi, forse, chissà , un domani…” che venga avviato a Ravenna, in via sperimentale! e limitato ad utenze domestiche di 4377 abitanti, quando si sa che il metodo offre risultati di rilievo oltre i diecimila utenti, per ovvi motivi organizzativi, informativi, ecc.

Non c’è da meravigliarsi dunque se la preoccupazione pricipale del progetto sia quello di farlo fallire o rigirarlo a proprio vantaggio; il progetto è firmato da:
HERA-INCENERITORS


inceneritore e discarica HERA

I nostri Amministratori sanno benissimo che il loro collega, il sindaco di Forlimpopoli Paolo Zoffoli, diessino, nel giro di pochi mesi e con il progetto porta a porta ha portato la raccolta differenziata a livelli di oltre il 70% e ridotto sensibilmente la produzione di rifiuti. Aveva detto: “Con questo progetto mi gioco il mandato.” Ha vinto e i cittadini gli sono molto grati!

il PaP è semplice

 

A Forlì 17.261 firme per chiedere il “porta a porta”e 409 medici contro l’incenerimento e
a favore del “porta a porta”. Nonostante questo le Amministrazioni di Forlì hanno scelto di TRIPLICARE l’inceneritore di Rifiuti Solidi Urbani (Hera) e di RADDOPPIARE quello di Rifiuti Speciali Ospedalieri (Mengozzi).
Recentemente si registrano le PRESE DI POSIZIONE DELLA FEDERAZIONE
REGIONALE EMILIA ROMAGNA DEGLI ORDINI DEI MEDICI CHIRURGHI E
ODONTOIATRI E DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DEI MEDICI DI MEDICINA
GENERALE che chiedono la SOSPENSIONE DELLE AUTORIZZAZIONI DEI NUOVI
IMPIANTI DI INCENERIMENTO nella nostra regione, al fine di non peggiorare
ulteriormente le già  critiche condizioni della qualità  dell’aria in un territorio in cui quasi tutte le Province sono ai vertici delle classifiche per malati di cancro.

La Provincia di Roma per il PaP ha istituito un Vice Assessorato e ha fatto una campagna capillare di informazione: leggi ATO Roma; leggi Cassonetto Roma; leggi Tariffa Roma

A Roma è iniziata sui quartieri di Colli Aniene, Decima e Massimina. Salvo anomalie organizzative, l’iniziativa avrà  successo e potrà  essere estesa a tutta la città . Nel frattempo si sono dati da fare anche Comuni più piccoli. Capofila è la provincia di Latina, con 12 Comuni coinvolti. Tra loro ci sono Formia e Latina stessa. Nel viterbese c’è invece Acquapendente, mentre nella provincia di Roma ben 115 Comuni hanno fatto domanda per adottare il nuovo sistema. L’amministrazione provinciale ha selezionato per il momento 27 Comuni.

Un altro capoluogo di provincia che ha avviato importanti progetti sui rifiuti è Asti, dove il nuovo sistema di raccolta porta a porta ha permesso di superare il 60 per cento della raccolta differenziata, in soli sei mesi. Secondo l’amministrazione di Asti il risparmio delle casse comunali per il mancato smaltimento è stato di quasi 750 mila euro.

Ma gli esempi sono centinaia: da Reggio Emilia a Montebelluna (TV) 84% differenziata  a Capannori (Lu) 80%, ecc. ecc.

Quando, Comune e Provincia di Ravenna, avvieranno un progetto per la riduzione dei rifiuti, a cominciare dagli imballaggi e dai sacchetti di plastica dei supermercati, imponendo sanzioni come in tutti paesi europei?

Così da 4 gg. - 28 nov.07

L’argomento rifiuti è assai complesso, grafici e cifre la fanno da padrone; ma bisogna stare informati; proponiamo le conclusioni di Marco , esperto della “risorsa rifiuti”, dopo aver studiato il progetto Hera. Leggi conclusioni


5 comments to Il “PORTA A PORTA” che sturba HERA

  • Claudio

    mmm… a parte il giudizio condivisibile di fatto però da queste conclusioni non si capisce quale fosse il progetto presentato da Hera: è possibile rintracciarlo da qualche parte e renderlo pubblico?
    In cosa differisce da quello di Forlimpopoli? E da quello proposto dalla stessa Hera a Faenza? Sono la stessa cosa?
    Credo che Marco abbia fatto come sempre un ottimo lavoro; quando verranno rese pubbliche le critiche o le proposte alternative al progetto?

    ciao, Claudio

  • M.Grazia

    Peccato non sia stato ribadito che la raccolta differenziata con sistema porta-a.porta è una delle condizioni fondamentali che stanno alla base del supporto dei verdi al programma dell’attuale Sindaco Matteucci.
    E peccato non aver ricordato che sul tema si sono ripetuti nel tempo gli incontri e le “pressioni” affinchè le promesse venissero mantenute.
    Peccato non sia stato ricordato lo “sforzo” verde nella realizzazione dello workshop specifico tenuto a fine aprile.

    Peccato che la Giunta abbia ritenuto malgrado le “raccomandazioni” dei Verdi ravennati, dare credibilità  ad un progetto della SpA Hera che le osservazioni avanzate bocciano tout court.
    Bene sia possibile adire al contributo disposto dall’amministrazione provinciale per la sperimentazione della raccolta differenziata……
    Bene resti aperta la possibilità  di correggere i clamorosi errori della multiutility e che dopo i primi quindicianni di pressioni e le 8mila firme raccolte sul Comune di Ravenna (cui vanno sommate quelle raccolte dal comitato faentino) sia infine offerta una disponbilità  a questo test.

  • gbenx

    Dobbiamo riconoscere a M.Grazia le rivendicazioni e il ruolo essenziale avuto dai verdi nella proposta e nella conduzione della vertenza con il comune per l’introduzione del porta a porta a ravenna. Ce ne scusiamo anche per la necessità  di restringere i post a giuste dimensioni.
    Restiamo comunque anche noi in attesa di comunicati UFFICIALI della provincia,del comune, di hera ,dei verdi

  • gbenx

    Propongo questa bella favola ad hoc; da leggere su: http://www.alessandroronchi.net/2008/01/06/chera-una-volta/

  • ilaria

    Leggete questa mail dell’assessore all’ambiente del comune di Capannori (Pisa) e fate confronti con Ravenna. Che delusione totale! Pensate solo a come vengono coinvolti i cittadini alle decisioni, in assemblee pubbliche, con sindaco e assessori a discutere i problemi: avete mai visto qualcosa di simile a Ravenna? Perchè i nostri amministratori non contattano i loro colleghi pisani per informarsi su come si fa il “porta a porta” in un municipio democratico?

    “Carissimi,
    in questi anni, nella nostra piccola esperienza di Capannori, con la raccolta differenziata, abbiamo superato livelli di eccellenza andando oltre l’82% di raccolta differenziata nelle frazioni coinvolte dalla raccolta domicialiare dei rifiuti solidi urbani. Di fatto stiamo dimostrano che la raccolta differenziata conviene: conviene all’ambiente (migliia di tonnellate di rifiuti non vanno più in discarica o inceneritore), conviene ai cittadini (servizio di qualità , riduzione delle tariffe, maggior decoro urbano senza cassonetti e tutela del futuro comune), conviene all’amministrazione (meno rifiuti da smaltire), conviene ai lavoratori (24 assunzioni già  effettuate, altre 16 in corso!).

    Per chi vuole a venire a toccare con mano come funziona il modello Capannori e quanto investiamo nella partecipazione, siete tutti invitati alle prossime assemblee che faremo nelle frazioni coinvolte dalla nuova estenzione (altri 14 mila abitanti) del servizio “porta a porta”.

    Un caro saluto,
    Alessio Ciacci

    Comune di Capannori Circoscrizione Nr. 3

    RACCOLTA DIFFERENZIATA “PORTA A PORTA” PER LE FRAZIONI DELLA CIRCOSCRIZIONE 3

    LA PAROLA AI CITTADINIS SUGGERIMENTI, PROPOSTE, IDEE E SEGNALAZIONI
    PER IL NUOVO SERVIZIO CHE SI ATTIVERA’ DAL 04 FEBBRAIO 2008

    ASSEMBLEE PUBBLICHE

    GIOVEDI’ 10 Gennaio ORE 21,00
    CIRCOLO CULTURALE di TASSIGNANO

    VENERDI’ 18 Gennaio ORE 21,00

    SALA RIUNIONI di CAPANNORI – P.zza Aldo Moro

    MARTEDI’ 22 Gennaio ORE 21,00
    sede “DONATORI DI SANGUE” di LUNATA

    GIOVEDI’ 31 Gennaio ORE 21,00
    CIRCOLO OASI di PIEVE S. PAOLO

    PARTECIPANO:

    GIORGIO DEL GHINGARO – SINDACO

    ALESSIO CIACCI – ASSESSORE ALL’AMBIENTE

    TIZIANO BIACONCINI – PRESIDENTE ASCIT SPA

    ALESSANDRO BIANCHI – ASCIT SPA

    GIUSEPPE PELLEGRINI – PRES. CIRC. 3

Leave a Reply

  

  

  

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>